L’ultimo inchino alla “Regina del Soul”

L’ultimo inchino alla “Regina del Soul”

“R-E-S-P-E-C-T
Find out what it means to me
R-E-S-P-E-C-T”
Respect – Comp. : Otis Redding, 1967.

 Sono passati già alcuni giorni dalla notizia, trasmessa su tutti i quotidiani e telegiornali del pianeta,  che ha commosso il mondo dello spettacolo e della musica. La grande cantante americana, Aretha Franklin, non potrà più incantare con la sua voce, ormai immortale, a causa di un male incurabile al pancreas che l’ha portata via a 78 anni nella sua casa di fronte al fiume a downtown, nella sua Detroit.

Eppure il suo carisma, la sua eredità, l’amore che Detroit riserva per lei sono vivi, intatti, fortificati. La città espone sue foto dai grandi palazzi e dalle insegne dei teatri di midtown spunta il titolo di una delle sue canzoni più famose, R.E.S.P.E.C.T. Di fronte alla sua scomparsa, una infinità di cittadini provenienti dal tutto lo stato e città vicine ha voluto lasciare il proprio ricordo e ha partecipato all’ultimo saluto alla Regina incontrastata del Soul.

Da due giorni, infatti, una marea di persone, disposte rigorosamente in fila, attende per decine di minuti sotto la calura prima di entrare nel museo di Storia Afro-Americana “Charles H. Wright”, allestito per ospitare le spoglie di Aretha Franklin. Nessuna foto è permessa all’interno: bisogna rispettare la Regina che giace al centro della sala con un abito celeste, col viso sorridente in una bara placcata in oro 24 karati, trasportata lì da una non comune Cadillac LaSalle avorio del 1940.

 

E’ un trattamento speciale, regale, quello riservato ad una delle più grandi artiste americane di sempre. La stessa auto fu riservata al funerale di suo padre, il Reverendo Franklin, amico e collaboratore di Martin Luter King, e di Rosa Park, la donna simbolo della protesta e della lotta alla disuguaglianza.

Un corteo infinito, incessante, a volte in lacrime o commosso, rende omaggio ad un mito senza tempo, una delle leggende del panorama musicale mondiale.

Fuori dal museo, la sua musica continua a risuonare: c’è chi canticchia le parole di Respect, chi accoglie i passanti invitandoli ad una preghiera per la sorella Aretha e chi distribuisce ricordini o vende magliette e cd di Franklin.

La musica è stata la sua vita e sarà anche la protagonista del tributo in memoria previsto per vernerdì che sarà trasmesso sulle tv nazionali, in diretta dal Greater Grace Temple, a cui parteciperanno artisti come Stewie Wonder, Ariana Grande, Faith Hill, Jennifer Hudson e altri grandi nomi della musica.

By Giansbond

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *